PIANOFORTE MODERNO

Pianoforte Moderno
- Scale e arpeggi con corrette diteggiature ed esercizi di tecnica in base al livello dell'allievo.
- Qualificare e costruire sulla tastiera i diversi tipi di accordi con voicings e posizioni più usate. Letture delle sigle.
- Lettura ed esecuzioni di brani scritti, anche su proposta dell'allievo.
- Accompagnamento di un solista vocale o strumentale al piano
- Ruolo del pianoforte e tastiera in gruppi più grandi, elementi armonici e ritmici dei vari stili e generi.
- Analisi armonica dei brani
- Elementi base per l'improvvisazione


PIANOFORTE CLASSICO
I corsi, rivolti a tutte le fasce d’età (bambini, giovani, adulti) e a tutti i livelli (da beginner a professionali) hanno l’obiettivo di fornire competenze specifiche - teoriche e pratiche - che vanno dalla tecnica di base al solfeggio, alla teoria musicale, alla lettura della musica, all’ascolto e all’improvvisazione attraverso metodi studiati “a misura” dell’allievo, sia per quanto riguarda l’aspetto stilistico - in base alle sue aspettative - sia in funzione del livello.

Base
Per i principianti il corso prevede l’acquisizione delle tecniche di base. Verranno affrontati i primi libri di metodi preparatori per il pianoforte come: Beyer, Bastien e Thompson.
Dopo aver appreso la tecnica base strumentale e una lettura spedita del pentagramma in chiave di sol e di fa, verrà approfondita la conoscenza delle varie figure e valori musicali e i primi brani di repertorio classico pianistico.
Non mancheranno esercizi tecnici di base, ossia peso e cadute. A seguire articolazione delle dita, passaggio del pollice, arpeggi e scale.

Avanzato
Per coloro che sono già in possesso delle tecniche base e intendono approfondire di più lo studio del pianoforte, verranno affrontati repertori come nei programmi di conservatorio, ossia Clementi, Bach e Mozart, fino a spingersi al repertorio romantico.
Non mancherà la parte tecnica di scale maggiori e minori, esercizi per la velocità e la leggerezza di Czerny e Hanon. Fino ad arrivare ai dettagli di ciò che si può trovare all'interno di un brano musicale.

 


Inizia lo studio del pianoforte all’età di 9 anni, frequenta la scuola media ad indirizzo musicale Quintino di Vona di Milano, prosegue gli studi frequentando i Civici Corsi di Jazz di Milano fondati dai Maestri Enrico Intra e Franco Cerri; approfondisce lo studio del Ragtime e dello Stride Piano con Paolo Peruffo e Cesare Poggi per poi proseguire il suo percorso jazz con Mario Rusca ed Andrea Pozza presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Si esibisce in numerosi concerti milanesi solistici presso Triennale, Villa Simonetta, Museo Diocesano e in occasione di rassegne estive come ad es. Il Ritmo nelle Città; inizia a partecipare nel 2012 a Piano City e nel 2013 a Torino Jazz Fringe con il trio (Piano – Contrabbasso - Batteria) con cui ha all’attivo numerosi concerti. Recentemente ha partecipato a Brianza Jazz Festival 2014 e 2015 e, nel giugno 2015, ad Ascona Jazz con il sestetto di Vittorio Castelli. Attualmente collabora con diverse formazioni anche orchestrali, sempre nell’ambito del jazz-swing.